Chiama

+39 055 29 48 47

Whatsapp

+39 3398467210

Ginecomastia (uomo)

La Ginecomastia consiste in un anomalo sviluppo della mammella mammaria nell’uomo dovuto ad un accumulo di grasso, con conseguente aumento delle dimensioni di una o di entrambe le mammelle.

L’ingrandimento del seno nell’uomo, comporta in chi ne soffre, problemi a livello psicologico e difficoltà nel relazionarsi con gli altri. 

La formazione del seno maschile, può essere dovuta ad eccessivi accumuli di grasso o a cause congenite del sistema ormonale, con conseguente ingrandimento della ghiandola mammaria.

Qualsiasi sia la causa scatenante, chi ne è affetto, soffre molto spesso di un disagio psicologico dovuto all’imbarazzo nel mostrarsi alle altre persone: il seno voluminoso in un uomo ne compromette, in parte, l’immagine di mascolinità e virilità e questo provoca un disagio molto profondo.

La condizione di Ginecomastia, come già accennato, è un’anomalia nello sviluppo della mammella nell’uomo: normalmente, durante la pubertà, si può assistere ad un aumento della ghiandola mammaria, che però si riduce in breve tempo: in caso contrario si parla di un disturbo ormonale.

Ma i fattori scatenanti possono essere diversi: l’aumento eccessivo di masse adipose, disturbi del metabolismo del testosterone, sindrome di Klinefelter, l’assunzione di particolari farmaci, assunzione di estrogeni o progenitrici, uso di farmaci anabolizzanti (usati frequentemente da sportivi e da chi pratica il body building).

Come si esegue l’intervento

L’intervento dura dai 30 a 60 minuti con incisioni di 3-4 millimetri. Consiste nel ridurre il seno maschile procedendo con la Liposuzione in caso che l’ipertrofia mammaria sia dovuta solo a grasso, oppure con l’asportazione di tessuto ghiandolare e grasso qualora vi sia anche questa componente. Le incisioni sono piccole e praticamente invisibili.

Chirurgia del corpo